Prenota il tuo appuntamento

NORMATIVA COOKIES

In che modo Areaterapia utilizza i cookie: Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.
Puoi visualizzare qui sotto un elenco dei tipi di cookie:
Nel tuo browser potrebbero essere memorizzati alcuni o tutti i cookie elencati qui di seguito. Puoi visualizzare e gestire i cookie nel tuo browser (anche se è possibile che i browser per dispositivi mobili non offrano questa visibilità).

Preferenze: Questi cookie permettono ai siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web. La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.

Sicurezza: i cookie di sicurezza sono utilizzati per autenticare gli utenti, prevenire l'uso fraudolento delle credenziali di accesso e proteggere i dati degli utenti da soggetti non autorizzati. La combinazione di questi due cookie permette di bloccare molti tipi di attacchi, ad esempio i tentativi di rubare i contenuti dei moduli che completi sulle pagine web.

Processi: I cookie dei processi contribuiscono al funzionamento dei siti web e all'offerta dei servizi che i visitatori si aspettano di trovarvi, ad esempio la possibilità di navigare tra le pagine o di accedere ad aree protette del sito. Senza questi cookie, il sito non può funzionare correttamente.

Stato della sessione: I siti web spesso raccolgono informazioni sul modo in cui gli utenti interagiscono con essi. Ciò può includere le pagine visitate più spesso dagli utenti e l'eventualità che gli utenti ricevano messaggi di errore da determinate pagine. Utilizziamo questi “cookie relativi allo stato della sessione” per migliorare i nostri servizi e l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Il blocco o l'eliminazione di questi cookie non renderà inutilizzabile il sito web.

Analytics: Google Analytics è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.

Gestione dei cookie nel browser:
Alcune persone preferiscono non abilitare i cookie e per questo motivo quasi tutti i browser offrono la possibilità di gestirli in modo da rispettare le preferenze degli utenti.In alcuni browser è possibile impostare regole per gestire i cookie sito per sito, opzione che ti offre un controllo più preciso sulla tua privacy. Ciò significa che puoi disabilitare i cookie di tutti i siti, ad eccezione di quelli di cui ti fidi.Nel browser Google Chrome, il menu Strumenti contiene l'opzione Cancella dati di navigazione.
Puoi utilizzare questa opzione per eliminare i cookie e altri dati di siti e plug-in, inclusi i dati memorizzati sul tuo dispositivo da Adobe Flash Player (comunemente noti come cookie Flash). Consulta le nostre istruzioni per la gestione dei cookie in Chrome.

Un'altra funzione di Chrome è la sua modalità di navigazione in incognito. Puoi navigare in modalità in incognito quando non vuoi che le tue visite ai siti web o i tuoi download vengano registrati nelle cronologie di navigazione e dei download. Tutti i cookie creati in modalità di navigazione in incognito vengono eliminati dopo la chiusura di tutte le finestre di navigazione in incognito.

Questo sito fa uso di cookie. I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utlizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies, consulta la cookie policy.
ACCETTO
Articoli & Notizie
pannel
PostPost
Homepage
Cos'è la cuffia dei rotatori? come si cura?

Struttura muscolo tendinea che permette i movimenti dell'arto superiore..

Un pò di anatomia

La cuffia dei rotatori consiste in un insieme di quattro tendini dei rispettivi quattro muscoli (sopraspinato, sottospinato, sottoscapolare e piccolo rotondo) i quali si inseriscono sulla spalla a forma di “cuffia”. Essa ha il compito di muovere l'arto superiore su tutti i piani di movimento; ricordiamo che la spalla è un articolazione molto complessa costituita da ben cinque piccole articolazioni che LAVORANDO IN SINCRONIA permettono alla spalla di vantarsi del primato di essere il distretto articolare più mobile del corpo umano.

Essendo la spalla un articolazione complessa e molto “delicata” allo stesso tempo, va incontro ad usura maggiore con un conseguente deterioramento delle proprie strutture in relazione ai propri gradi di mobilità e al proprio utilizzo.

Un danno alla cuffia dei rotatori può avvenire per due fattori principali:

-trauma diretto (contusioni, traumi da sport, incidenti, ecc..)

- trauma indiretto, ovvero l'articolazione va incontro ad usura data da continue sollecitazioni delle strutture anatomiche.

Queste due modalità traumatiche possono portare alla lesione parziale o completa di uno o più tendini della cuffia.

Le indagini diagnostiche d'eccellenza per un danno alla cuffia sono in primis la valutazione clinica eseguita dallo specialista il quale prescriverà gli esami strumentali diagnostici più appropriati (RM, ECOGRAFIA, RX) in relazione al quadro clinico presentatosi.

La gestione e la cura di una lesione di cuffia può essere gestita in due modalità:

-trattamento chirurgico

-trattamento conservativo (terapia farmacologica e fisioterapia).

Nella patologia di cuffia la fisioterapia ricopre un ruolo molto importate sia per il trattamento chirurgico che per quello conservativo.

Non tutte le lesioni vengono trattate con la stessa modalità, la sintomatologia è sempre soggettiva; varia a seconda della localizzazione della lesione sul tendine, dell'età del paziente, della postura del cingolo scapolo-omerale, dell'età e del sesso.
A volte capitano alcune lesioni a tutto spessore (rotture totali del tendine) che possono essere gestite con un trattamento conservativo poichè provocano dolore solo nella fase iniziale, poi stabilizzatosi diventa gestibile e sopportabile fino a non dare alcun problema durante le attività svolte nel quotidiano.
Al contrario alcune lesione parziali o tendiniti alla cuffia possono creare problematiche più serie fino ad essere necessaria la risoluzione chirurgica. Come scritto sopra ogni lesione è differente e con il proprio decorso clinico.

I'importanza e il ruolo della Fisioterapia

La fisioterapia in un trattamento conservativo viene eseguita attraverso tecniche specifiche eseguite dal fisioterapista avvalendosi anche di attrezzi come elastici, palle, cavi ecc.. e terapie fisiche (tecar, ultrasuoni).

Ha come obbiettivo quello di recuperare totalmente la funzionalità della spalla senza subire un intervento chirurgico.

I tempi di ripresa variano dal tipo di lesione, indicativamente due tre mesi.

Dopo l'intervento chirurgico

La fisioterapia post operatoria ha il compito di recuperare al meglio tutte le funzioni della spalla (togliere il dolore in primis, mobilità, forza) attraverso esercizi specifici eseguiti prima in modalità passiva (il terapista afferrando la parte anatomica del paziente lo aiuta ad eseguire determinati movimenti) per poi passare ad una modalità attiva (è il paziente stesso ad eseguire gli esercizi), successivamente si passerà al rinforzo muscolare. In questa ultima fase si possono utilizzare elastici, pesi, o apparecchiature.
I tempi di ripresa vanno dai tre ai cinque mesi per avere una buona mobilità e forza.

Attendere prego!

Prenota il tuo appuntamento

oppure

Calendario

Seleziona il giorno per verificare gli orari disponibili

Per urgenze

Clicca per vedere i primi orari disponibili

Mattino

  • 09:00
    Venerdì 2 Ottobre 2020
  • 11:15
    Venerdì 2 Ottobre 2020
  • 12:00
    Venerdì 2 Ottobre 2020
  • 09:00
    Lunedì 5 Ottobre 2020
  • 11:15
    Lunedì 5 Ottobre 2020

Pomeriggio

  • 14:00
    Giovedì 1 Ottobre 2020
  • 19:15
    Giovedì 1 Ottobre 2020
  • 14:00
    Venerdì 2 Ottobre 2020
  • 14:00
    Lunedì 5 Ottobre 2020
  • 14:00
    Martedì 6 Ottobre 2020